Il progetto PEACE_Alps è già arrivato a metà percorso, un buon motivo per condividere i primi risultati e le esperienze positive finora realizzate. Con questo fine i partner di progetto si sono riuniti il 9 e 10 novembre 2017 in Austria presso il centro per l’energia e l’innovazione di W.E.I.Z., ed hanno discusso anche della seconda fase del progetto che prevede una campagna di coinvolgimento di altre regioni dello Spazio Alpino.

Mentre i partner di progetto: Razvojna Agencija Sinergija, Fondazione Energiewende Oberland e Ökoinstitut Südtirol / Alto Adige hanno presentato alcuni esempi di soluzioni centralizzate implementate nelle loro regioni, un secondo gruppo di lavoro si è occupato di registrare le voci in francese, italiano e sloveno per il video  sviluppato dal progetto dal titolo "Come implementare piani d’azione per l’energia". Il video è ora disponibile sul canale YouTube “PEACE_Alps”.

 Un ulteriore aspetto importante è stata la presentazione di altri progetti europei come parte delle attività di networking, utile alle finalità del progetto PEACE_Alps. Per esempio gli indicatori climatici sviluppati dal progetto CESBA_Alps potrebbero essere utilizzati in PEACE_Alps per monitorare la fase di implementazione delle azioni. IMEAS ha sviluppato uno strumento per supportare e migliorare le competenze per la pianificazione energetica. Il progetto Life SEC Adapt, invece, potrebbe fornire alcuni spunti per l’approccio metodologico seguito. Mentre il progetto TUNE sviluppa alcuni strumenti utili per la contabilità energetica – uno dei temi principali del progetto PEACE_Alps.

Infine, il partner Auvergne Rhône-Alpes Énergie-Envrironnement (AURA-EE, prima denominato RAEE) ha illustrato gli esiti del bando per la campagna di acquisizione di partner nell‘area alpina. Hanno presentato domanda 24 organizzazione che parteciperanno a uno scambio congiunto con i partner esperti di PEACE_Alps per apprendere l'approccio dal basso e la centralizzazione di soluzioni che sono stati testati con successo in questo progetto.

I partner di PEACE_Alps sono ora in attesa di iniziare lo scambio con gli esperti di altre regioni dello Spazio Alpino e raggiungere così il prossimo obiettivo del progetto.