GaYA

Governance and Youth in the Alps

Partner

Agenzia di Sviluppo Gal Genovese

CIPRA International Lab GmbH | CIPRA International Lab

aha – Jugendinformationszentrum Vorarlberg | aha – Centro di Informazion per Giovani del Vorarlberg

EURAC Research | EURAC Ricerca

ALPARC | Rete delle Aree Protette Alpine

Parc naturel régional du Massif des Bauges | Parco naturale regionale Massif des Bauges

Občina Idrija | Comune di Idrija

Alpenstadt des Jahres e.V. |  Associazione Città Alpina dell`Anno

Agenzia di Sviluppo Gal Genovese

La zona dove noi viviamo e operiamo è altrettanto bella quanto unica: vicina alla costa e allo stesso tempo collegata sia alle città e aree urbane più popolate, sia a vallate dell’entroterra e ai loro paesaggi rurali e di villaggi alpini. I suoi membri includono: Città Metropolitana di Genova; Camera di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura di Genova; Consorzio Bacino Imbrifero Montano (BIM Bormida);  ANCI Liguria; Banca CARIGE; Consorzio Valle Stura Expo; CIA Genova - Confederazione Italiana Agricoltori; Federazione Provinciale Coltivatori Diretti di Genova; CNA Artigianato Genova; Associazione Commercianti Genova - ASCOM; Confesercenti Liguria; Lega Ligure Cooperative (Legacoop Liguria); Confederazione Italiana Cooperative (Confcooperative)

Gal Genovese significa “Gruppo di azione locale” e opera come Agenzia di Sviluppo sull’intero territorio intorno alla città di Genova (area metropolitana). La sua esperienza transnazionale è cominciata all’interno di LEADER collaborando con altri GAL europei (Francia e Irlanda essendo i primi).  L'esperienza transnazionale si è dimostrata essere davvero importante e, attraverso lo scambio di metodi e know how, ha contribuito molto al miglioramento della qualità dei progetti.  La cooperazione si è rivelata talmente fondamentale e decisiva che i GAL hanno deciso, non guardando soltanto l’aspetto economico della loro cooperazione, di mutarla in una strategia. L’idea era di considerare la strategia di sviluppo locale dei GAL (un sistema complesso e integrato di azioni per un periodo di molti anni), nel corso degli anni, come pilastro delle attività di Gal Genovese e la cooperazione transnazionale è diventata uno strumento per una prospettiva più ampia nell'approccio a temi specifici, per imparare dalle esperienze degli altri o collaborare su temi di rilevanza comune.

Le nostre attività si concentrano sullo sviluppo locale e la crescita sostenibile in collaborazione con enti pubblici e privati usando metodi partecipativi. LEADER ha sempre incoraggiato processi di partecipazione locale con lo scopo di coinvolgere i cittadini nelle decisioni riguardanti il loro futuro e far crescere sempre di più il loro interesse.  Gal Genovese agisce secondo il metodo “bottom-up”, conforme al quale abbiamo concepito la Strategia die Sviluppo locale (SSL) per il periodo 2014-2020 per lo sviluppo dei territori di cui ci occupiamo. La SSL “Qualità&Sviluppo” è nata da interviste con i cittadini, ascoltando i loro bisogni ma anche le idee ed i suggerimenti, come anche quelli dei responsabili politici ed amministratori. Di norma, ogni periodo di un piano di sviluppo locale include anche misure che creano o mantengono opportunità di lavoro nelle zone montane o migliorano la qualità dei servizi e della vita.

Nel corso degli anni, abbiamo proposto diverse attività, che permettessero ai giovani (family care) di incontrarsi, stare insieme e condividere esperienze. Ad esempio un baby parking creato grazie a LEADER (2000 -2007) è diventato un punto di incontro importante per adolescenti; il progetto è stato considerato un good practice anche a livello europeo. Inoltre abbiamo collaborato con associazioni sportive giovanili organizzando attività outdoor dove, come durante tutti gli eventi organizzati da noi, abbiamo  incoraggiato momenti di discussione su temi locali di attualità. Siamo inoltre in contatto con le scuole del territorio e cerchiamo di coinvolgerle nelle nostre attività.

Abbiamo anche esperienza in temi importanti per il programma Spazio Alpino, in modo particolare l'accessibilità, l’incremento dei servizi e il miglioramento della qualità di vita, la natura e la sostenibilità, lo sport e il turismo culturale, il patrimonio culturale in zone rurali (Access, AlpWater, Pusemor, Qualima, Crafts 2007/13).   Riconoscere il valore aggiunto della cooperazione è stata, per molte comunità montane locali, una sfida: Sindaci e rappresentanti si sono aperti all’Europa e, dal confronto con gli altri, hanno conosciuto nuove prospettive, ma ancor di più sono diventati più consapevoli del proprio potenziale.     

Negli ultimi anni, Gal Genovese ha esteso il suo raggio di attività e copre diverse aree con diverse responsabilità, divenendo un punto di riferimento importante per le iniziative di enti culturali e volontari locali e di associazioni. Come conseguenza delle attività di coordinazione nelle diverse aree, GAL fa parte del processo di una governance multilivello.

Marisa  Bacigalupo, eMail
Annalisa Cevasco, eMail

www.agenziadisviluppogalgenovese.com

CIPRA International Lab GmbH

CIPRA  Lab rappresenta la sezione di sviluppo progetti della CIPRA International, una NGO (con 100 associazioni membre) dedicata alla protezione e sviluppo sostenibile delle Alpi. Si tratta si un’associazione di trasferimento con molta esperienza nel mettere in contatto persone tra di loro, comunicazione, trasferimento di conoscenze, partecipazione e diffusione ai rappresentanti e responsabili politici. CIPRA ha una lunga esperienza in partecipazione e in condurre progetti transnazionali (finanziati dall'EU o altri): PEMO (ABH); MountEE (IEE); Future in the Alps (MAVA); Alpstar (ASP); C3-Alps (ASP); SPARE (ASP); AlpES (ASP) etc.

CIPRA Lab è responsabile del Workpackage (WP) Comunicazione e per la comunicazione interna del progetto.  Ha un ruolo attivo nel mettere in contatto decisori politici e giovani ma anche nella diffusione dei risultati all’interno e al di fuori delle zone pilota.

Andreas Pichler, eMail
Michaela Hogenboom, eMail

www.cipra.org 

aha – Jugendinformationszentrum Vorarlberg

aha è un Centro di informazioni per giovani, che sostiene giovani nel mettere in pratica le loro idee, li aiuta a cogliere opportunità prendendo decisioni informati. Vogliamo che i giovani acquisiscano le conoscenze e la fiducia in se stessi necessari per essere parte attiva della società e contribuire a formarla.

aha offre informazioni attuali per giovani tra i 13 e i 26 anni (riguardanti educazione, lavoro, viaggiare, questioni legali etc.). Offre anche una Carta giovani e un sistema di riconoscimento per servizi di volontariato.

aha partecipa attivamente a programmi EU come Erasmus+ Youth in Action, coordina il Servizio di Volontariato Europeo nello stato federale austriaco Vorarlberg ed è partner in vari progetti locali e internazionali.

Attraverso informazione, consulenza e lobby, aha promuove lo sviluppo di una cultura di partecipazione nei comuni e nelle istituzioni.

aha il partner austriaco nel progetto GaYA e sostiene i leader dei WP per quanto riguarda contenuti e organizzazione. È impegnato nell’attivare e incoraggiare contatti con i stakeholder austriaci.

Thomas  Müller, eMail
Monika Paterno, eMail

www.aha.or.at 

EURAC

Nell’ambito del tema “Innovazione istituzionale e democrazia partecipativa” l’Istituto di studi federali comparati dell’Eurac Ricerca accorda una maggiore attenzione a quesiti come ad esempio, come possono essere prese decisioni in maniera più democratica e più effettiva in un mondo interconnesso? Progetti di ricerca analizzano fino a che punto nuovi trend, pratiche e metodi di coinvolgimento dei cittadini affiancano e completano processi decisionali tradizionali. Si cerca anche di scoprire se istituzionalizzazione di detti strumenti può essere uno strumento per governare meglio. L’Istituto offre attività di consulenza a associazioni internazionali, amministrazioni locali, governi regionali e delegazioni di governo. Nel periodo 2012-2014 ha condotto il progetto “POP! Paths of Participation!/Percorsi di partecipazione!” che a mirato a incrementare la partecipazione attiva dei giovani nella regione europea Tirolo-Alto Adige-Trentino. Dal 2010 EURAC ha lavorato a 85 progetti finanziati da programmi EU.

L’istituto di studi federali comparati coordinerà il WPT1 e supervisionerà l’attività di ricerca durante tutto il corso del progetto. Data la sua competenza nel campo della democrazia partecipativa e innovazione istituzionale, i ricercatori avranno un ruolo attivo anche durante le training session offerte ai decisori.

Greta Klotz, eMail
Lucia Radici, eMail

www.eurac.edu

ALPARC

Dal 1995 la Rete delle Aree Protette Alpine (ALPARC) sostiene la cooperazione tra amministrazioni di aree alpine protette con lo scopo di contribuire alla preservazione e allo sviluppo sostenibile del loro patrimonio naturale e culturale. Oltre ai campi d’azione connessione ecologica e sviluppo regionale, l’unità operativa di ALPARC è impegnata in attività di educazione alla montagna con lo scopo di salvaguardare la relazione uomo (soprattutto giovani) - ambiente naturale alpino. Più particolarmente coordiniamo un gruppo di lavoro di esperti in educazione alla montagna, sparso per tutto l'arco alpino; siamo responsabili di progetti europei per giovani e informiamo la Rete, sempre più grande, riguardo a nuovi approcci e tool sull’educazione alla montagna.

ALPARC è responsabile, attraverso il piano di azione locale (Workpackage 3), della coordinazione e attuazione degli approcci sulla democrazia partecipativa in aree pilota selezionate. La Rete aiuta a raccogliere e analizzare dati sulla democrazia e la partecipazione nelle Alpi, facilita lo scambio di conoscenze e promuove la partecipazione dei giovani nella democrazia, particolarmente in aree pilota francesi.

Letizia Arneodo, eMail
Dominik Cremer-Schulte, eMail

www.alparc.org 

Parc naturel régional du Massif des Bauges

Il PNRMB sostiene una educazione ambientale fondata, il settore giovanile e molte altre attività come l’iniziativa di eco-volontariato Young Nature Guides. Nell’ambito di incontri formali con l’autorità nazionale per l’educazione vengono sviluppate diverse attività per giovani e tool pedagogici. Il Parco è a capo di una rete di 35 professionisti in educazione locali con serie larga di competenze. 64 comuni, 11 amministrazioni locali, 2 Departments e la regione Auvergne-Rhône-Alpes, con i loro rappresentanti eletti, sono membri del consiglio di amministrazione del parco. Il Parco intende attualizzare il suo statuto nel 2019 e nella nuova versione è prevista l’introduzione di misure di governance giovanile. Il consiglio del Parco è previsto, come anche comuni sul territorio del Parco, come aree pilota nel progetto GaYA. Siamo membri ALPARC e implicati nel gruppo alpino di lavoro “mountain environmental education” e in iniziative come “Youth at the Top”. Partecipiamo a diversi programmi EU come LEADER, ALCOTRA (as a LP), FEADER, FEDER, POIA, INTERREG.

Durante il WPT1, in qualità di uno dei due partner francesi, PNRMB identificherà esempi di best practice e raccoglierà esperienze francesi di partecipazione dei giovani. Nell’ambito del WPT2-T3 saremo responsabili di un sito pilota in contesto rurale, dove ne sosterremo e coordineremo le attività.

Philippe Gamen, eMail
Julie Higel, eMail

www.parcdesbauges.com

Občina Idrija

Il comune di Idrija e un piccolo comune alpino nell’ovest della Slovenia. Il suo impatto globale di una volta a causa della miniera di mercurio, oggi patrimonio mondiale UNESCO e UNESCO Global Geopark, è oggi un leader a livello globale nell’industria elettronica e automobilistica e a livello regionale nello sviluppo intelligente di città, partecipazione dei giovani e conservazione di patrimonio. La Youth Strategy 2015-2020 di Idrija è stata preparata fianco a fianco con i giovani del posto ed evidenzia molti temi che il comune e i giovani desiderano trattare: possibilità di lavoro, abitazioni abbordabili, partecipazione dei giovani e inclusione. Il comune ha partecipato a diversi progetti internazionali per giovani (p. es. Youth Shaping Alpine Municipalities, Youth Alpine Express) e a iniziative nazionali (come Youth Friendly Municipality).

 

Il comune di Idrija ha un ruolo attivo di coordinazione ed attuazione nell’ambito del WP T2. Proverà a motivare ed educare decisori politici a integrare approcci democratici partecipativi e i giovani nel loro lavoro quotidiano.

Janja Hiti, eMail
Matevž Straus, eMail

www.idrija.si

Alpenstadt des Jahres e.V.

ASDJ è un raggruppamento di città che si identificano fortemente con gli obbiettivi della Convenzione delle Alpi, essendo anche osservatore di questo trattato internazionale. Attualmente si tratta di 16 città che collaborano e si scambiano regolarmente. Politiche di governance giovanile possono, attraverso questa rete, essere promosse in tutte le 16 città alpine. Il valore aggiunto di questa rete si mostrerà anche nel momento della diffusione dei risultati, ma anche nella raccolta di informazioni, considerando che le città sono sparse in tutto l’arco alpino e sono situati in diversi sistemi legali e democratici, come ad esempio la democrazia diretta in Svizzera.  Il Consiglio di Amministrazione collega le città tra di loro e garantiscono un’alta qualità dell’attuazione del progetto e dell’output. ASDJ ha partecipato a diversi progetti EU come ad esempio: YSAM (proving grounds for youth participation), recharge.green (balancing Alpine energy and nature protection) o Alpstar (with the goal to achieve climate neutrality in the Alps by 2050).

Il ruolo di ASDJ nell’ambito del progetto è da una parte di attivare le proprie città membre e coinvolgerle a impegnarsi ad attuare e seguire i risultati del progetto e d’altra parte di sostenere il PP nella realizzazione del concorso e della ricerca iniziale.

Claire Simon, eMail

www.alpenstaedte.org