In aprile 2017 si è tenuto a Bolzano il primo meeting del ”Gruppo di lavoro territoriale”, denominato "Regional Advisory Board" (RAB). A seguito dei risultati ottenuti attraverso i workshop iniziali con i Comuni dell’arco alpino e i questionari per l’identificazione delle loro esigenze è stato possibile individuare quattro campi d’azione, sulla base dei quali si è potuto definire un elenco di attività ricorrenti nella pianificazione energetica programmata dai Comuni.

Le azioni scelte per l’implementazione centralizzata nei Comuni sono: l’analisi energetica di edifici pubblici; il supporto nell’organizzazione dei dati sui consumi energetici mediante un sistema di contabilità energetica e, infine, l’organizzazione di due workshop sui temi legati all’efficienza e al risparmio energetico.

Ad oggi hanno aderito al progetto i seguenti Comuni della provincia di Bolzano: Rio di Pusteria, Anterselva, San Candido, Sesto, Laces, Lagundo, Malles, San Martino in Passiria.

Il gruppo di lavoro avrà la funzione di monitorare il grado d’implementazione da parte dei comuni delle attività sopra elencate e di suggerire eventuali consigli per facilitarne l’attuazione. 

Durante l’incontro, è nata l’idea di attivare un workshop finalizzato all’insegnamento/accompagnamento nella compilazione di domande per la partecipazione a bandi pubblici per la richiesta di finanziamenti destinati a interventi di efficientamento energetico. L’Ökoinstitut si è pertanto attivato per organizzare un primo workshop, programmato per la fine di maggio, volto a fornire gli strumenti necessari ai Comuni per sfruttare le possibilità di finanziamento fornite dall’asse 3 del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR).

Oltre a questo l’Ökoinstitut sta portando avanti una serie di analisi energetiche di oltre 12 edifici pubblici nei Comuni della provincia di Bolzano aderenti all’iniziativa promossa attraverso il progetto PEACE_Alps.

L’obiettivo del progetto PEACE_Alps è quello di supportare le amministrazioni comunali nell’implementazione di azioni concrete con un approccio intercomunale affrontando i problemi correlati all’attuazione dei PAES, o qualunque altro tipo di pianificazione energetica. In questo modo, si concretizza un importante punto d’incontro con la politica provinciale, dettata dal “Piano Clima Energia Alto Adige 2050”, che prevede, tra le altre cose, la promozione di iniziative volte al sostegno della riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche o ad uso pubblico, residenziali e non residenziali.